+39 075 395195 medicinaesteticaperugia@gmail.com

Speedy Shape

1

IL METODO

Dimagrire è ormai una raccomandazione dei
nostri tempi, che deve essere intesa come
corretta alimentazione necessaria per migliorare
la salute e diventare un modus vivendi.

Il Protocollo SPEEDY SHAPE 20 Days e 40 Days
nasce per dare qualità, efficacia, sicurezza e
semplicità d’utilizzo nella perdita di peso grazie
all’Integrazione multifattoriale nel dimagrimento.

L’applicazione corretta del protocollo GARANTISCE
RAPIDITÀ E SICUREZZA NEL DIMAGRIMENTO
RIDUZIONE DELLA MASSA GRASSA
PROTEZIONE DELLA MASSA MAGRA
RISULTATI CHE SI MANTENGONO A LUNGO

OBBIETTIVI

  • Calo ponderale medio del 10 % sul peso iniziale
  • Protezione della massa magra e mantenimento del tono muscolare (adeguato apporto di aminoacidi e proteine ad elevato valore biologico)
  • Rapido calo ponderale in 20 giorni
  • Lipolisi «mirata» anche al tessuto adiposo fisiologicamente più resistente
  •  Mantenimento del trofismo della pelle (cistina e idrossiprolina)
  • Risultati estetici (dimagrimento «armonico» con riequilibrio della silhouette)
  • Assenza di fame e stanchezza, sensazione di benessere ed euforia (sinergia vincente tra aa liberi e chetosi)
  • Mantenimento della motivazione (risultati rapidi in assenza di fame e in presenza di benessere psico-fisico)
  • Miglioramento/normalizzazione di parametri clinici ed ematochimici alterati (legati alla sindrome metabolica)

SICUREZZA

  • Precisi criteri di esclusione
  • Tempi di trattamento limitati
  • Quantitativo proteico giornaliero calibrato
  • Quantitativo giornaliero di zuccheri molto ridotto
  • Alcalinizzante specifico per contrastare acidosi metabolica
  • Drena-Diuretico specifico per eliminare scorie ed aiutare fegato e reni

PLUS

SPEEDY SHAPE è integrazione multifattoriale nel dimagrimento con:

  • Azione sul microbiota
  • Regolazione ormonale
  • Lipolisi mirata al grasso WAT (white adipose tissue)

Dalle diete VLCD al protocollo SPEEDY SHAPE

Per VLCD (Very Low Calorie Diet) si intende un regime alimentare che prevede un apporto calorico notevolmente ristretto: <800 Kcal/ die.
Gli studi relativi alle VLCD iniziarono con l’osservazione sul digiuno assoluto, in particolare si vide che:

1 g di azoto = 6,25 g di proteine
100 g muscolo = 20 g proteine (20%)  perdita 200-300 g di muscolo/die
Uomo di 70 kg in corso di DIGIUNO ASSOLUTO:
perdita di 8-12 g di azoto/die nei primi 3 giorni di digiuno
perdita 200-300 g di muscolo/die

Da queste considerazioni numerosi autori cominciarono a studiare la possibilità di elaborare una dieta che potesse dare un bilancio calorico negativo minimizzando la perdita di massa magra. Bollinger nel 1966 provò con l’integrazione dell’albumina al digiuno assoluto, Apfelbaum nel 1970 integrò con caseina, Geunth e Verter nel 1974 integrarono con del glucosio e della caseina, Baird e Howard nel 1975 integrarono con glucosio e aminoacidi. Fu, però, G.L. Blackburn (Università di Harward) ad elaborare nel 1973 il PSMF (Protein Sparing Modified Fast) o VLCD (Very Low Calorie Diet), con la determinazione del fabbisogno proteico dell’organismo in fase di digiuno (1,2 g/kg di peso ideale nella donna e 1,5 g/kg nell’uomo). Il Protocollo SPEEDY SHAPE 20-40 basa la sua efficacia nel dimagrimento sulla biochimica della VLCD: drastica riduzione calorica, riduzione di lipidi, riduzione dei carboidrati e mantenimento di quote proteiche attorno a 1,4 g per kg di peso corporeo ideale. Con questo tipo di alimentazione, l’organismo consuma rapidamente il glucosio disponibile e la glicemia si riduce: conseguenza immediata è la minor secrezione di insulina (l’utilizzo del glicogeno epatico che viene trasformato in glucosio). Dopo circa 12-24 ore con un apporto costante di proteine ad alto valore biologico, si attiva la NEOGLUCOGENESI epatica, utile per avere il glucosio per le cellule glucodipendenti (alcune zone del cervello, i globuli rossi, le cellule surrenali). La LIPOLISI si attiva quando, in mancanza di glucosio, l’insulina si abbassa e fa aumentare il livello di Glucagone e del GH endogeno, che stimolano la liberazione dei grassi. Una volta attivata la lipolisi, questa porterà alla formazione dei corpi chetonici. Si attiva, così, la CHETOGENESI: i corpi chetonici prodotti dall’incremento del metabolismo degli acidi grassi, vengono utilizzati dall’organismo in sostituzione del glucosio. Pertanto, quando si riduce l’assunzione di carboidrati e lipidi e mangiamo una quantità precisa di proteine, il nostro organismo reagisce trasformando i grassi in energia di cui ha bisogno per funzionare correttamente.

2

IL PROTOCOLLO

SPEEDY SHAPE 20-40 è un protocollo
dietetico per la riduzione del peso corporeo
per il paziente sovrappeso e obeso.

Si compone di due steps: una prima dieta
di 20 giorni, che assicura un dimagrimento
rapido e sicuro, e una seconda di 40 giorni
con la reintroduzione graduale dei carboidrati
nell’alimentazione del paziente.

Le fasi del protocollo SPEEDY SHAPE

 1 KIT 20 Days  Durata minima: 20 giorni

Ripetibile anche a cicli, in genere da 1 a 3 in funzione degli obiettivi
specifici. Assicura un dimagrimento rapido, effettuato a spese della
massa grassa e senza ulteriore ripresa di peso.

Prevede:

  • una quota proteica ed aminoacidica: ad alto valore biologico, finalizzata al bilancio azotato in pareggio
  • una quota di glucidi ridotta al minimo (< 20-30 gr/die) con apporto di GOS
  • una quota di lipidi molto bassa (15-20 gr/die di acidi grassi mono – e poli – insaturi)
  • una integrazione precisa secondo le NRV di minerali, oligoelementi, vitamine, antiossidanti, alcalinizzanti e di sostanze favorenti il catabolismo lipidico
  • fitoterapici drenanti e sostanze stimolanti il catabolismo lipidico e ad azione diuretica

  2 KIT 40 Days  Durata minima: 40 giorni

Reintroduzione graduale di carboidrati. È prevista l’integrazione
proteica ed aminoacidica a colazione, oltre all’utilizzo di fitoterapici drenanti e di sostanze stimolanti la perdita di massa grassa.

Prevede:

  • reintroduzione parziale e alternata dei carboidrati a basso e medio indice glicemico, assunti in maniera dissociata rispetto alle proteine, con assunzione di GOS
  • integrazione proteica ed aminoacidica a colazione
  • fitoterapici drenanti e sostanze stimolanti il catabolismo lipidico e ad azione diuretica

Avvertenze

Il protocollo deve essere seguito sotto controllo dello specialista.
La fase 1 (kit 20 days) è sconsigliata in caso di:
• gravidanza • allattamento • diabete tipo 1 • insufficienza renale • insufficienza epatica • recente infarto del miocardio • angina instabile • neoplasie • età inferiore a 18 anni • età superiore a 70 anni

Note

Bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno. Saltuariamente è possibile invertire il pranzo con la cena. In caso di fame improvvisa fra un pasto e l’altro, mangiare finocchi o cetrioli. Per condire utilizzare olio extravergine di oliva. È possibile bere tè al limone o caffè (non più di due al giorno), tè deteinato, caffè decaffeinato e tisane. È possibile utilizzare eventualmente dolcificanti ipocalorici. È assolutamente vietato consumare bevande alcoliche e bevande zuccherate. Cuocere i cibi, quando necessario, preferibilmente al vapore oppure alla griglia. Le verdure si consumano cotte, crude, singole o miste. Preferire i cibi naturali, integrali, freschi, stagionali; sono permessi i cibi surgelati. Salare i cibi preferibilmente con sale iposodico. Evitare atteggiamenti sedentari. Riferire al terapeuta ogni problema significativo che possa essere collegato al programma dimagrante. Il mancato rispetto delle regole può: 1) Ridurre o bloccare la perdita di peso. 2) Rendere la stabilizzazione più difficile.

Consigli in caso di

Costipazione Aumentare la quantità di verdure. Nel caso in cui persista per più di due giorni consultare il terapeuta.
Fame Consumare le verdure permesse (es. mangiare un finocchio crudo) oppure 1 SPEEDY SHAPE SNACK.
Mal di testa Presente in genere solo nei primi 2-3 giorni; nel caso si verifichi il terapeuta consiglierà di assumere un analgesico.
Alito acetonico È provocato dall’acetone. Usare uno SPRAY orale senza zucchero.

3

I COMPONENTI

  • Protein
  • Dren
  • Alkalin
  • Penne
  • Fusilli
  • Gli Snack
  • Snack Formaggio
  • Wafer Cocco